28/11/2019

I VANTAGGI DEL CORTEN

Forse non tutti sanno che il nome acciaio Corten deriva dall’espressione inglese CORrosion resistance-TENsile strenght: elevata resistenza alla corrosione ed elevata resistenza meccanica.
Queste proprietà descrivono perfettamente due delle caratteristiche peculiari di questo acciaio resistente agli agenti atmosferici, brevettato dalla United States Steel Corporation nel 1933. Sin dalla sua prima comparsa, il Corten ha affascinato architetti e designer, diventando uno dei materiali più apprezzati ed utilizzati in architettura, specialmente per l’arredo urbano e paesaggistico.

L’acciaio Corten è particolarmente versatile e si presta a numerose applicazioni, grazie alla combinazione di resistenza e lunga durata. Le lamine di Corten possono essere facilmente lavorate, traforate e rifinite con motivi diversi, per creare forme architettoniche sempre nuove. Per questo è un materiale che può essere utilizzato facilmente nella realizzazione di numerosi prodotti, dalle fioriere alle panchine, passando per cestini e dissuasori, fino a pensiline e ombreggiatori: l’elenco potrebbe continuare all’infinito. Architetti e designer hanno imparato ad apprezzare l’acciaio Corten soprattutto per il suo aspetto naturale, capace di fondersi perfettamente con il paesaggio circostante grazie ai suoi toni caldi e alle sfumature cangianti.

Una delle caratteristiche distintive del Corten è sicuramente l’effetto ruggine, che conferisce al materiale un colore ambrato, capace di modificarsi con il passare del tempo a seguito del successivo stabilizzarsi del materiale. L’esposizione agli agenti atmosferici, infatti, permette al Corten di sviluppare una sottile patina di ruggine, uno strato protettivo che ricopre una una funzione fondamentale, quella di preservare la struttura in metallo da ulteriori corrosioni future causate dagli agenti atmosferici. Questo strato protettivo impedisce una penetrazione più profonda di pioggia, neve, ghiaccio e nebbia, eliminando la necessità di ulteriori trattamenti superficiali. Proprio grazie a questa proprietà, il Corten diventa un materiale estremamente ecosostenibile: non necessitando di verniciature aggiuntive, riduce al minimo l’impatto ambientale legato alle emissioni di composti organici volatili (Volatile Organic Compounds), solitamente associati al processo di verniciatura. L’utilizzo di questo tipo di acciaio, inoltre, permette di ridurre notevolmente le spese di manutenzione derivate dai trattamenti antiruggine.

Il Corten è riciclabile al 100%, con un processo produttivo eco-friendly: Metalco, infatti, ha scelto di utilizzare un processo di ossidazione per agenti atmosferici. L’acciaio Corten viene lavato con acqua ed asciugato all’aria aperta, in modo da ottenere una maturazione del tutto naturale.

Una curiosità sul Corten:

Il primo utilizzo del Corten in architettura risale al 1964 per opera di Eero Saarinen. Il John Deere World Headquarters (Illinois – USA) fa parte di un complesso di quattro edifici, ed è stato soprannominato il “Rusty Palace” proprio per l’aspetto “arrugginito” che deriva dall’utilizzo dell’acciaio patinabile.